Archivi del mese: ottobre 2012

Archivio

SERVIZIO DI CONSULENZA INARCASSA

Si comunica agli interessati che l’attività di consulenza svolta dalla dottoressa Vecchi con riguardo ad Inarcassa, subirà una variazione nel corso della prossima settimana.

Il giorno dedicato alle consulenze sarà anticipato da Martedì 9 ottobre a lunedì 8 ottobre.

Si conferma altresì l’orario di ricevimento presso l’Ordine: dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

 

Archivio

Corso agg. EX D.LGS 81/2008

CORSO DI AGGIORNAMENTO EX D.LGS 81/2008

 

lSVAP in collaborazione con Prima organizza un corso di aggiornamento di 20 ore rivolto ai Coordinatori per la progettazione e l'esecuzione dei lavori rolex replica watches.

Le lezioni si svolgeranno presso la sede di Prima (Viale Brigata Bisagno 2/27) nei giorni 25-30/10 e 8-15-22/11 p.v. con orario h.16.00 – 20.00.

Il costo è di € 150 + iva = € 181,50; il programma ed il modulo di iscrizione sono disponibili sul sito dell’Ordine.

Per informazioni:

ISVAP Tel. 010/3774882 – 333/8155356 mail info@isvap2000.it

 

CLICCARE QUI PER SCARICARE LA SCHEDA D'ISCRIZIONE ED IL PROGRAMMA


 

Archivio

Giornata “Acustica ambientale”

GIORNATA DI STUDIO SULL’ACUSTICA AMBIENTALE
Organizzata da Provincia di Genova e Fondazione Muvita
La partecipazione è gratuita.

9 ottobre 2012
Presso l’Auditorium di Fondazione Muvita, Arenzano

 
Programma e modulo di iscrizione sono disponibili sul sito www.sportellorumoreambientale.it 
Inviare le iscrizione a “Provincia di Genova – Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti” via fax al n. 010-5499821 o  via e-mail all’indirizzo ufficio.rumore@provincia.genova.it  entro il 5 ottobre.

CLICCARE QUI PER SCARICARE LA LOCANDINA

Archivio

LA FONDAZIONE OAGE

Tra pochi giorni, presso la sede dell'Ordine, avrà luogo l'Assemblea Generale degli iscritti, convocata per presentare e sottoporre ad approvazione con Delibera la costituzione della Fondazione dell'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Genova.

 

Gli Ordini professionali, istituiti nei lontani anni venti, (con poche decine di iscritti) avevano un'operatività circoscritta alla gestione dell’albo, alla deontologia ed agli aspetti tariffari. Con il passare del tempo, però, per fare fronte alle mutate esigenze della professione e della società ed anche all’aumento ragguardevole del numero degli iscritti, le attribuzioni sono divenute assai più numerose ed impegnative (consulenza e interlocuzione con gli enti e amministrazioni territoriali, formazione professionale, attività culturali e di promozione della professione, ecc.). Siffatta situazione ha comportato un ampliamento ed articolazione dell’attività di gestione ed aggravio di quella amministrativa.

In considerazione della recente riforma dell’Ordinamento professionale, l'Ordine inevitabilmente dovrà rivedere la propria struttura organizzativa in relazione ai compiti istituzionali stabiliti dal nuovo dettato normativo.

Gli eventi e le iniziative culturali, i progetti di promozione della nostra professione in Italia ed all’Estero, potranno essere delegati alla Fondazione e da questa sviluppati non solo in modo efficiente ma anche con continuità d’azione e qualità. Anche i corsi di formazione e di aggiornamento, che attualmente sono organizzati e gestiti dall’Ordine potranno essere affidati alla Fondazione. Ma la Fondazione potrà e dovrà essere anche luogo di ricerca e di accoglienza delle nuove idee ed orientamenti, che nascono direttamente dalla “cultura della professione”. Le nuove frontiere dell’Architettura e dell’Urbanistica troveranno nella Fondazione occasioni di confronto e sviluppo.

 

Non si tratta quindi di aggiungere una nuova struttura all'organismo già esistente, ma di trasferire alcune funzioni, dotando l'Ordine di un'organizzazione operativa che consentirà maggiore agilità ed efficienza.

Per questi motivi, molti Ordini (e non solo delle principali città italiane) hanno già costituito da diversi anni la propria Fondazione. Ad esempio Roma, Milano, Torino, Firenze, Venezia, Vicenza, Catania, Reggio Emilia, Parma, Lecco, ecc. Ma anche nelle altre professioni (Ingegneri, Notai, ecc) sono molti gli esempi di costituzione di Fondazioni; per non parlare dei paesi esteri.

 

L’ assetto funzionale ed essenziale (anche dal punto di vista fiscale) della Fondazione con una sostanziale semplificazione nella gestione e – in ultima analisi – con un contenimento di costi, potrà e dovrà tradursi in risparmi anche per gli iscritti.

 

In concreto, per l'avvio della struttura, la Fondazione usufruirà di un fondo di dotazione attribuitole dall'Ordine; una volta avviate le attività, potrà avvalersi di introiti prodotti dalla Fondazione stessa (ad esempio, incasso delle quote dei corsi di formazione, fondi destinati dalla Unione Europea su programmi, ricavi derivanti dall'alienazione di beni intellettuali, sponsorizzazioni, eventuali donazioni ecc.). In ogni caso, la gestione della Fondazione, per proprio Statuto e per legge, dovrà assicurare l'integrità economica del patrimonio inizialmente concesso in dotazione, che non potrà essere depauperato.

La Fondazione sarà amministrata da un Consiglio d'Amministrazione nominato dal Consiglio dell'Ordine, coadiuvato da un Collegio di Revisori dei Conti che provvederà al riscontro della gestione finanziaria; le attività verranno svolte da un Comitato tecnico-scientifico articolato in Commissioni di lavoro.


CLICCARE QUI per scaricare lo statuto della Fondazione.

Archivio

Adunanza generale straordinaria

CONVOCAZIONE DELL’ADUNANZA GENERALE STRAORDINARIA

 

Il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Genova convoca l’Assemblea degli iscritti, in prima convocazione il giorno martedì 09 ottobre 2012 alle ore 12.30 ed in seconda convocazione mercoledì 10 ottobre 2012 alle ore 18.00, presso la sede dell’Ordine, in piazza San Matteo 18, Genova con il seguente

 

ORDINE DEL GIORNO

 

Approvazione della costituzione della Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Genova.