Archivi del mese: gennaio 2014

Archivio

PARCO +

Un parco pubblico oggi.
Infrastrutture per il paesaggio.

L'I2a – Istituto Internazionale di Architettura di Vico Morcote (Svizzera) organizza, con la cooperazione dell'Ordine degli Architetti e PPC di Genova e della Fondazione Antonio Ratti di Como un workshop di progettazione sulla rigenerazione dei parchi delle ville storiche.
Il workshop è aperto a studenti in architettura e neolaureati, sarà dal 10-16 febbraio 2014 presso la sede dell'istituto svizzero ed è coordinato da Alessandro Martinelli e Riccardo Miselli.
 
Presentazione dell'iniziativa
13 gennaio 2013
alle ore 17.00
presso la sede dell'Ordine degli Architetti P.P.C.P. di Genova,
Piazza san Matteo 18.
 
Clicca qui per scaricare il programma

Archivio

Commissione FORMAZIONE: componenti


Di seugito vengono pubblicati

i nominativi dei

referenti e componenti della

COMMISSIONE FORMAZIONE

Referenti:
arch. Paolo A. Raffetto – arch. Stefano Galati – arch. Laura Finamore

Componenti:

ALINOVI Catia

BANELLA Riccardo

BOCCARDO Alberto

BORILE Yvonne

CAMARDA Stefano

CAMPAILLA Fabrizio

CAROZZO Elisabetta

CARTECHINI Silvia

FARUFFINI Maria Giuseppina

FERRARO  Giovanna

FRANZOLINI Stefania

GIANESIN Marino

IZZO Antonietta

LAGOMARSINO Nicla

LIPARTITI Marianna

MACCIO' Carlotta

MANTERO Anna

MORI Luca

NARDI Giancarlo

PANTAROTTO Stefania

POZZOLINI Enrico

QUERCIA Paola

REBORA Marco

RISSO Simona

ROPOLO Alessandro

RUSCA Michele

SCRIVANO Luca

TAMMARO Gianluca

Archivio

Commissione PREVIDENZA: componenti

Di seugito vengono pubblicati

i nominativi dei

referenti e componenti della:


COMMISSIONE PREVIDENZA

Referente: arch. Enrico Fossa – Avvocato Stefano Roveta

COMPONENTI

CANONICI Cora

FAEDDA Marco

MORELLI Mirella

PIZZOLATO Alessandra

RECAGNO Antonella

ROSA Angela

STRATA Giovanni

ZINNO Enrica

ZUARO Luciana

Archivio

PROGETTO EUROPEO

PROGETTO EUROPEO LEONARDO DA VINCI

PROPOSTA STAGE SPAGNA – ITALIA

Si informa che l’Ordine ha ricevuta da parte della Camera di Commercio Italiana per la Spagna una proposta di collaborazione nell’ambito del Progetto Europeo Leonardo da Vinci per proporre la mobilità giovanile all’interno della Comunità Europea, in particolare presso gli studi professionali genovesi.

Si invitano dunque gli studi interessati ad ospitare uno o più studenti (Esperti di costruzione CAD – progettista) nella propria struttura, a compilare la lettera di intenti ed inviarla al seguente contatto:

Francesca Giorgini

Dip. Formazione

CCIS

Camera di Commercio

e Industria Italiana per la Spagna

 

Calle Cristobal Bordiù, 54

28003 Madrid

Tel. (0034) 915 900 900

Fax (0034) 915 630 560

Mail: formacion@italcamara-es.com

Web: www.italcamara-es.com

 

    Cliccare qui per scaricare gli allegati: Lettera di intenti, Descrizione del Titolo accademico degli alunni

Archivio

Credito formativo Sopraelevata

ACCREDITAMENTO MOSTRA PROGETTI DEL CONCORSO DI IDEE PER IL RIUSO DELLA SOPRAELEVATA

Come sapete dal 15 Gennaio all’8 Febbraio 2014 sono esposti alla Loggia di Banchi i progetti che hanno partecipato al concorso di idee per il riuso della sopraelevata; la mostra è aperta tutti i giorni esclusa la domenica dalle ore 9.00 alle ore 17.45.

Si comunica che è prevista l’attribuzione di n°1 credito formativo ai visitatori della mostra, come previsto al punto 5.5 delle linee guida attuative del regolamento sulla formazione continua

Per ottenere il credito formativo è necessario compilare il modulo di autocertificazione scaricabile da questo link (CLICCARE QUI), ed inviarla, via PEC alla Segreteria dell’Ordine, che provvederà a fornire ai richiedenti l’attestato di partecipazione.

Archivio

Programma Sviluppo Rurale

COMUNICATO STAMPA

 

 

Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 sia strumento per finanziare il nuovo Patto Città-Campagna

 

 

La Federazione Regionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Liguria chiede alla Regione Liguria che la maggior quota di risorse finanziarie del nuovo Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014-2020 vengano destinate a sostenere il cosiddetto “Patto città-campagna”.

 

Il “Patto città-campagna” è una nuova politica territoriale che, in funzione della parola d’ordine “stop al consumo di suolo”, propone di delineare un diverso futuro per il territorio periurbano del continuum urbanizzato costiero ligure, cioè laddove i caratteri agricoli risultano frammisti all’avanzamento delle città verso la campagna.

Il “Patto”, quindi, vuole migliorare la qualità del paesaggio e dell’ambiente in quella fascia di territorio ligure posta al confine tra la città e la campagna, per restituire dignità sia all’abitare sia al coltivare in queste parti di territorio, attraverso interventi di rigenerazione ecologica finalizzati alla riqualificazione di aree abbandonate e degradate, alla riduzione di varie forme di inquinamento, allo sviluppo di funzioni ricreative, sportive e del tempo libero.

 

La Federazione ligure degli architetti chiede quindi alla Regione Liguria il riconoscimento di questa specifica parte del territorio regionale quale fatto insediativo più rilevante degli ultimi trent’anni che, nascendo in modo sostanzialmente casuale, se abbandonato a sé stesso non avrà mai la possibilità di assumere un assetto finalmente compiuto e privo di quelle criticità che lo affliggono: da qui la richiesta di concentrare una buona parte dei 313 milioni di euro del PSR sulle aree e sulle funzioni agricole periurbane.

 

Il “Patto Città Campagna” ha un approccio del tutto in linea, peraltro, con le modifiche delle Politiche Agricole Comunitarie che attribuiscono all’agricoltura non solo compiti di qualità della produzione alimentare e di attivazione di circuiti economici a scala locale, ma anche di “sentinella” dell’ambiente. In questa prospettiva, le azioni finanziabili dal PSR assumo un ruolo fortemente strategico per la tutela idrogeologica , il risanamento ambientale e il miglioramento del paesaggio e della sua fruibilità nelle parti più esterne dei centri urbani.

 

Il concetto di urban agriculture designa spazi e attività agricole che hanno finalità principalmente alimentari ma che, al contempo, tengono conto della domanda del mercato cittadino che fa riferimento a particolare prodotti alimentari (circuiti brevi di commercializzazione, raccolta diretta nei campi, orti urbani), a servizi pedagogici (visite alle fattorie didattiche e similari), a servizi ecologici (riciclo di alcuni rifiuti urbani, protezione delle aree di deflusso dell’acqua attraverso le superfici permeabili mantenute), a servizi turistici (agriturismo e altre forme di accoglienza) e a servizi ricreativi (tutela e valorizzazione dei paesaggi rurali, delle attività per il loisir).

 

Nella convinzione che tutela dell’ambiente non significhi solo vincolo e divieto e che il miglioramento delle condizioni del mondo rurale sia possibile attraverso una politica che vede città e campagna collaborare nell’ottica di una reciproca sostenibilità, l’intento della Federazione degli architetti liguri è quello di sostenere l’agricoltura di qualità nelle aree a ridosso delle città costiere, migliorare la qualità e la vivibilità urbana anche attraverso la rinnovata fruizione delle aree rurali e periurbane mediante nuovi servizi pedagogici o turistico-ricreativi, incrementare la funzione di conservazione della biodiversità e la tutela della regimazione delle acque.

 

Il “Patto città-campagna” in Liguria può assumere differenti sembianze, in funzione delle caratteristiche locali: i modelli possono essere la greenbelt anglosassone, il parco agricolo multifunzionale che inizia a essere presente in qualche altro contesto italiano, fino agli interventi di vera e propria forestazione urbana. In ogni caso, le risorse del PSR potranno avere l’insostituibile ruolo di “mostrare dal vivo” come si può tradurre in pratica la visione progettuale proposta.

 

Archivio

FORMAZIONE CONTINUA

FORMAZIONE CONTINUA
Presentazione Piano Formativo 2014
Si informa che il CNAPPC ha recentemente approvato il Piano di Offerta Formativa 2014 promosso dal nostro Ordine.

Sono quindi proposti ai colleghi, a titolo gratuito, gli incontri qui elencati (CLICCARE QUI).

Si ricorda che per accedere al servizio formativo bisognerà essere in regola col pagamento delle quote.