Dal 24 al 30 giugno la quinta edizione genovese di Zones Portuaires

Dal 24 al 30 giugno, a Genova, torna Zones Portuaires, Festival internazionale tra città e porto organizzato da U-Boot Lab e Incontri in Città per un’edizione che, quest’anno, si inserisce anche nell’ambito della Genoa Shipping Week.

Con il suo programma di visite, esplorazioni, esposizioni, talk, navigazioni, installazioni e performance artistiche, il primo Festival del Porto in Italia propone momenti di connessione tra questi due mondi. Gli eventi permettono di scoprire in sicurezza aree portuali normalmente non accessibili, e sebbene il festival si concentri in una settimana, ZPGE è un dispositivo che attiva percorsi di ricerca e creazione culturale, di sensibilizzazione e partecipazione pubblica durante tutto l’anno: le attività, nelle loro fasi ideative e di elaborazione, si sviluppano in collaborazione con diversi soggetti, pubblici e privati, dalla scala territoriale a quella internazionale.

Nato nel 2010 a Marsiglia come festival cinematografico, dal 2015 Zones Portuaires si tiene anche a Saint-Nazaire, sull’Atlantico, e a Genova, con l’obiettivo di contribuire alla contaminazione interdisciplinare tra città e porto, al fine di rafforzarne la reciproca conoscenza e connessione. Il tema della quinta edizione genovese, “Nuove rotte”, vuole affermare l’importanza del dialogo e dell’incontro continuo con le altre città portuali come porte del mondo, promuovendo la libera circolazione del pensiero, delle idee e delle persone.

Quando le vecchie rotte diventano impraticabili, è responsabilità di tutti cercarne di nuove, ideando strumenti di navigazione capaci di mantenere aperto lo spazio in cui viviamo.

PROGRAMMA