La diagnostica per i Beni culturali

Martedì 21 aprile 2009 (ore 11.30-13.30 14.30-16.30) Aula 5H
Nell'ambito dei seminari organizzati dalla Scuola di Specializzaizone in Beni Architettonici e del Paesaggio Mauro Matteini affronta il tema: La diagnostica per i beni culturali
“La diagnostica è funzionale al restauro. Attraverso l’indagine scientifica essa fornisce i fondamenti informativi di tipo fisico sui quali impiantare il progetto di restauro. La diagnostica ‘fotografa’ la condizione fisica di un bene in un determinato ‘momento’, prima e in funzione di un intervento di restauro; è indirizzata, primariamente, allo studio del degrado ossia alla caratterizzazione delle ‘patologie’ dell’oggetto. La campagna diagnostica coincide spesso anche con lo studio della natura fisica dell’oggetto (composizione e strutture) poiché i metodi d’indagine per caratterizzare il degrado per lo più coincidono con quelli per lo studio fisico dell’oggetto.”