MUTAMENTO DESTINAZIONE D’USO E DENUNCIA INIZIO ATTIVITÀ

Il Consiglio di Stato, con sentenza n. 3586/2006, ha evidenziato che il mutamento di destinazione d''uso "funzionale", vale a dire senza opere edilizie, è assoggettato a sola denuncia di inizio attività, mentre questa non è sufficiente ed occorre invece acquisire dal Comune il titolo edilizio espresso (permesso di costruire) se la nuova destinazione d'uso determini modifiche essenziali che comportano variazioni degli standard urbanistici con riferimento alle categorie edilizie.