Archivi categoria: In evidenza

In evidenza, In homepage, OA Informa, Professione

«Serve una legge per le città», il CNAPPC lancia da Bard la sua proposta per mettere la rigenerazione urbana al centro dell’agenda politica

«Serve una legge per le città affinché siano efficienti, competitive, attrattive, incubatrici di un’alta qualità della vita: per tornare, quindi, centrali nell’agenda politica ed approcciate –  insieme agli interventi di rigenerazione urbana –  nell’ambito di una visione strategica e non più in modo settoriale e parziale anche riguardo agli investimenti che le riguardano”.

Così Giuseppe Cappochin, presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori nel corso del Convegno di studi “Progettare il Paese – dare futuro alle città e ai territori in cui viviamo” –  organizzato lo scorso 11 e 12 ottobre in collaborazione con l’Associazione Forte di Bard e con il sostegno del Consiglio regionale della Valle d’Aosta –  e nel corso del quale è stata presentata la proposta di legge per le città degli architetti italiani.

«Una legge indispensabile: basti pensare, infatti, al fenomeno del “ritorno della città” che è oggi uno dei nodi sul tappeto della competizione internazionale, su più scale, e riflettere sui dati che ci dicono che anche in Europa le città sono tornate a crescere economicamente e demograficamente. La crescita economica del Paese non può prescindere dalla crescita delle città».

«Tra gli elementi  e le modalità inedite della Proposta di Legge degli architetti italiani – ha sottolineato Diego Zoppi, coordinatore del Dipartimento Politiche urbane e Territoriali del Consiglio Nazionale – il riconoscimento, di fatto e formale, che le città siano centrali nell’organizzazione del nostro Paese e per la cultura dell’abitare prevedendo che, di conseguenza, tutte le prossime normative regionali siano coerenti con i principi dell’Agenda Urbana Europea dalla quali non possono più prescindere».

«Inedita, anche, la ridefinizione in una ottica qualitativa delle categorie dei servizi pubblici e del concetto di bene comune in sostituzione di quanto affermato dalle attuali Leggi in tema di servizi pubblici che, benchè oggetto di recenti revisioni, continuano a usare la “logica numerica”, inefficace a fornire ai cittadini servizi che garantiscano effettivamente l’innalzamento della qualità delle loro vite».

«Per quanto riguarda, poi, il governo del territorio – continua Zoppi – per superare il problema dell’infrazione di normative ipertrofiche la cui sovrapposizione rende spesso incerta la conformità degli interventi di cui si chiede autorizzazione, viene riaffermato l’uso della modalità strategica e di coerenza con i principi di programmazione in sostituzione dei meccanismi di conformità».

Fondamentale nella proposta di legge degli architetti italiani la codificazione degli strumenti per la strategia urbana. Poiché la rigenerazione urbana è un miglioramento sociale delle comunità urbane, vanno definiti metodi di lavoro che non possono più basarsi sulla pianificazione intesa in senso novecentesco. Oggi, necessaria più che mai deve, invece, basarsi su strategie urbane, declinate attraverso azioni specifiche, attuate attraverso progetti finanziati mediante strumenti che sappiano coniugare energie private e energie pubbliche, magari derivanti da più assi ministeriali.

Fondamentale, infine, l’istituzione di una cabina di regia presso la Presidenza del Consiglio che riconosca le proposte progettuali che hanno maggiori capacità di innescare processi virtuosi di rigenerazione e che possano avere quindi percorsi preferenziali di finanziamento.

architettura, paesaggio-design-tecnologia, Eventi, Formazione, In evidenza, In homepage, OA Informa

Il 30 ottobre a Palazzo Tursi il convegno “La riqualificazione dello spazio pubblico”

Mercoledì 30 ottobre, al Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, Comune di Genova, Ordine degli Architetti di Genova e Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Genova organizzano – in collaborazione con Collegio provinciale dei Geometri, Associazione Geometri Genova e Antel – il convegno “La riqualificazione dello spazio pubblico” che affronterà il tema della trasformazione dei tessuti urbani e della città, il valore del territorio e del paesaggio in cui abitiamo.

La giornata si articola in due sessioni valide per l’aggiornamento professionale degli iscritti all’Ordine, per ciascuna delle quali è richiesta iscrizione a parte.

La sessione mattutina dalle 9 alle 13, dal titolo “La manutenzione dello spazio pubblico”  (a questo link le modalità di iscrizione), verrà preceduta dai saluti di benvenuto del sindaco di Genova Marco Bucci, del vicepresidente della Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Genova Ibleto Fieschi, del presidente dell’Associazione Geometri di Genova Stefano Juvara e di Massimo Stenico, presidente dell’Ente di sviluppo Porfido del Trentino.

A introdurre i lavori Marcello Balzani, responsabile scientifico di TekneHub, Tecnopolo dell’Università di Ferrara, Piattaforma Costruzioni Rete Alta Tecnologia Emilia Romagna. Seguiranno gli interventi di Federico Ferrari, Università di Ferrara, Dipartimento di Architettura-Consorzio Ferrara Richerche WebGisLab; e Luca Filippi, direttore Espo-Ente Sviluppo Porfido Trentino; e infine una lezione tecnico-applicativa di un artigiano posatore consistente nella dimostrazione di posa in opera, delle tipologie e dell’impiego del porfido nelle pavimentazioni.

Dopo un aperitivo di degustazione di vini tipici trentini e una breve pausa, la giornata riprenderà con la sessione pomeridiana dalle 14,30 alle 18,30, dal titolo “Lo spazio pubblico nelle città: il progetto della scena urbana tra la costa e l’entroterra” (a questo link le modalità di iscrizione), introdotta dai saluti del presidente dell’Ordine degli Architetti Paolo Raffetto; dal presidente del Collegio provinciale dei Geometri Paolo Ghigliotti; e da Mauro Casotto, direttore della Comunicazione di Trentino Sviluppo.

Il convegno proseguirà poi con gli interventi di Marcello Balzani, responsabile scientifico di TekneHub, Tecnopolo dell’Università di Ferrara; Federica Alcozer, funzionaria dell’Autorità Portuale di Genova; Mirco Grassi, direttore attuazione nuove opere del Comune di Genova; Raffaella Morbiducci, docente di Architettura tecnica dell’Università di Genova; e Simonetta Cenci, assessore all’Urbanistica del Comune di Genova, che illustrerà il progetto di rigenerazione urbana del quartiere fieristico.

In allegato il programma completo

In evidenza, In homepage, OA Informa, Professione

“Il Tavolo del Polcevera 2.0”, al via il percorso di comunicazione per la presentazione del progetto del nuovo parco urbano

L’Ordine degli Architetti di Genova invita i colleghi interessati a prendere parte a “Il Tavolo del Polcevera 2.0”, il percorso di comunicazione avviato dal Comune di Genova e dal team del progetto vincitore “Il Parco del Polcevera e il Cerchio Rosso” consistente nell’esposizione del progetto e in un ciclo di incontri per la partecipazione di abitanti, associazioni, gruppi di interesse dove conoscere, ascoltare, dare un contributo critico e progettuale per la definizione dello studio di fattibilità.

Il percorso partecipativo si svolgerà per tutto il mese di ottobre 2019, e sarà uno strumento che accompagnerà tutte le fasi di lavoro, dalla progettazione alla costruzione, avvalendosi anche di strumenti quali usi temporanei per l’avvio, l’animazione e il consolidamento del processo.

Dal 9 al 31 Ottobre, dalle ore 10 alle 17 sarà aperto un front office presso l’Istituto Don Bosco di Via San Giovanni Bosco 14, a Sampierdarena. Qui si potranno consultare le tavole di progetto e chiedere maggiori informazioni ai referenti del Comune di Genova ed UrbanLab. Un rappresentante dell’Ordine degli Architetti sarà presente durante i principali momenti di incontro.

Per partecipare ai tre Tavoli di consultazione e workshop con i progettisti e consulenti del progetto nelle date del 16, 21 e 30 ottobre è consigliata l’iscrizione tramite email all’indirizzo workshop@temporiuso.org. Sul sito web del Comune di Genova è inoltre possibile scaricare il Concorso, le tavole del progetto vincitore e le date dei prossimi appuntamenti.

Formazione, gestione della professione, In evidenza, In homepage, OA-FOA

Fondazione Inarcassa: per crescere insieme (4 CFP)

Venerdì 18 ottobre dalle 14 alle 18, l’Ordine degli Architetti di Genova organizza presso la Sala San Salvatore in piazza Sarzano il seminario di aggiornamento professionale “Fondazione Inarcassa: per crescere insieme”, valido per il riconoscimento di 4 CFP per architetti.

Le iscrizioni saranno aperte da mercoledì 9 a giovedì 17 ottobre e andranno effettuate online, tramite il portale Im@teria.

I posti disponibili sono 250, di seguito il programma

ore 14.00 – Introduzione e saluti iniziali
arch. Angela Rosa, consigliere dell’Ordine degli Architetti di Genova

ore 14.15 – Per Crescere Insieme
Attività e stimoli per determinare migliori condizioni per esercitare la professione
Iniziative per favorire occasioni di lavoro anche attraverso lo sviluppo di ‘best practice’
Attività e servizi in favore dei liberi professionisti
Internazionalizzazione
arch. Paolo Marchesi, consigliere della Fondazione Inarcassa

 ore 17.00 – Inarcassa
Previdenza, polizze assicurative modalità di pagamento, prestiti ai professionisti
Arch. Enrico Fossa, delegato Inarcassa

LOCANDINA