Archivi categoria: In homepage

Altri, architettura, paesaggio-design-tecnologia, Formazione, In homepage

H25 “Progettare a secco: compartimentazioni e attraversamenti contro il fuoco” (4 CFP)

Martedì 10 dicembre è in programma il seminario gratuito “Progettare a secco: compartimentazioni e attraversamenti contro il fuoco” valido 4 CFP per architetti e in programma dalle 14,15 alle 18,30 presso il business center “Il Conte”, sala “La Piazzetta”, in via San Benedetto 24 a Genova.

Iscrizioni online

LOCANDINA

Altri, Formazione, gestione della professione, In homepage

Seminario di aggiornamento in materia di prevenzione incendi a cura dei Vigili del Fuoco (4 CFP)

La Direzione regionale dei Vigili del Fuoco della Liguria organizza un seminario di aggiornamento in materia di prevenzione incendi valido 4 CFP, finalizzato al mantenimento dell’iscrizione negli elenchi del Ministero dell’Interno dei professionisti di cui all’art. 7 del decreto ministeriale del 5 agosto 2011.

Il corso si svolgerà giovedì 24 ottobre dalle 14 alle 18 presso la Sala convegni del Circolo Ufficiali dell’Esercito in via san Vincenzo 68, a Genova. I posti disponibili sono 30, le iscrizioni sono da effettuarsi entro il 23 ottobre sul portale Im@teria.

Formazione, gestione della professione, In homepage, OA-FOA

Certificazione energetica – corso advanced (8 CFP)

La Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Genova organizza, venerdì 13 dicembre dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 presso la sede dell’Ordine in piazza San Matteo 18, un corso advanced in certificazione energetica valido 8 CFP per architetti.

Il corso si rivolge ai certificatori energetici che già operano nel settore e affrontano le tematiche specialistiche circa i ponti termici non presenti sugli abachi, gli aspetti di caricamento dati delle pompe di calore di impianti multipli (ad esempio caldaia e split), illuminotechnici, ombreggiamenti da monti, UTA, energia per trasportio, ascensori e scale mobili,verrà svolta esercitazione on-line per destinazione d’uso.

Maggiori informazioni su costi e modalità di iscrizione sul sito della Fondazione.

Formazione, gestione della professione, In homepage, OA-FOA

Seminario di acustica per pratiche amministrative (4 CFP)

La Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Genova organizza, venerdì 6 dicembre dalle 14 alle 18 presso la sede dell’Ordine in piazza San Matteo 18, un seminario di acustica per pratiche amministrative valido 4 CFP per architetti.

Il modulo propone una panoramica della normativa ad oggi vigente, sia su base nazionale che base regionale, e i criteri per l’iscrizione all’elenco dei tecnici competenti in acustica ambientale.

Vengono presentati criteri di classificazione acustica del territorio, le principali pratiche di acustica ambientale de svolgere per l’ottenimento di autorizzazioni all’esercizio di attività commerciali e/o industriali, nonchè le pratiche necessarie per le deroghe relative alle manifestazioni temporanee ed i cantieri mobili.

Maggiori informazioni su costi e modalità di iscrizione sul sito della Fondazione.

In evidenza, In homepage, OA Informa, Professione

«Serve una legge per le città», il CNAPPC lancia da Bard la sua proposta per mettere la rigenerazione urbana al centro dell’agenda politica

«Serve una legge per le città affinché siano efficienti, competitive, attrattive, incubatrici di un’alta qualità della vita: per tornare, quindi, centrali nell’agenda politica ed approcciate –  insieme agli interventi di rigenerazione urbana –  nell’ambito di una visione strategica e non più in modo settoriale e parziale anche riguardo agli investimenti che le riguardano”.

Così Giuseppe Cappochin, presidente del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori nel corso del Convegno di studi “Progettare il Paese – dare futuro alle città e ai territori in cui viviamo” –  organizzato lo scorso 11 e 12 ottobre in collaborazione con l’Associazione Forte di Bard e con il sostegno del Consiglio regionale della Valle d’Aosta –  e nel corso del quale è stata presentata la proposta di legge per le città degli architetti italiani.

«Una legge indispensabile: basti pensare, infatti, al fenomeno del “ritorno della città” che è oggi uno dei nodi sul tappeto della competizione internazionale, su più scale, e riflettere sui dati che ci dicono che anche in Europa le città sono tornate a crescere economicamente e demograficamente. La crescita economica del Paese non può prescindere dalla crescita delle città».

«Tra gli elementi  e le modalità inedite della Proposta di Legge degli architetti italiani – ha sottolineato Diego Zoppi, coordinatore del Dipartimento Politiche urbane e Territoriali del Consiglio Nazionale – il riconoscimento, di fatto e formale, che le città siano centrali nell’organizzazione del nostro Paese e per la cultura dell’abitare prevedendo che, di conseguenza, tutte le prossime normative regionali siano coerenti con i principi dell’Agenda Urbana Europea dalla quali non possono più prescindere».

«Inedita, anche, la ridefinizione in una ottica qualitativa delle categorie dei servizi pubblici e del concetto di bene comune in sostituzione di quanto affermato dalle attuali Leggi in tema di servizi pubblici che, benchè oggetto di recenti revisioni, continuano a usare la “logica numerica”, inefficace a fornire ai cittadini servizi che garantiscano effettivamente l’innalzamento della qualità delle loro vite».

«Per quanto riguarda, poi, il governo del territorio – continua Zoppi – per superare il problema dell’infrazione di normative ipertrofiche la cui sovrapposizione rende spesso incerta la conformità degli interventi di cui si chiede autorizzazione, viene riaffermato l’uso della modalità strategica e di coerenza con i principi di programmazione in sostituzione dei meccanismi di conformità».

Fondamentale nella proposta di legge degli architetti italiani la codificazione degli strumenti per la strategia urbana. Poiché la rigenerazione urbana è un miglioramento sociale delle comunità urbane, vanno definiti metodi di lavoro che non possono più basarsi sulla pianificazione intesa in senso novecentesco. Oggi, necessaria più che mai deve, invece, basarsi su strategie urbane, declinate attraverso azioni specifiche, attuate attraverso progetti finanziati mediante strumenti che sappiano coniugare energie private e energie pubbliche, magari derivanti da più assi ministeriali.

Fondamentale, infine, l’istituzione di una cabina di regia presso la Presidenza del Consiglio che riconosca le proposte progettuali che hanno maggiori capacità di innescare processi virtuosi di rigenerazione e che possano avere quindi percorsi preferenziali di finanziamento.

Eventi, In homepage, OA Informa

Il negozio della Nautica dell’Istituto Idrografico della Marina tra i 40 progetti in mostra al Forte di Bard

Venerdì 11 e sabato 12 ottobre il Forte di Bard, in Valle d’Aosta, ha ospitato il convegno “Progettare il Paese, dare futuro alle città e ai territori dove viviamo”, promosso dal Consiglio nazionale degli Architetti. Storici, architetti, economisti e rappresentanti della società civile e delle istituzioni si sono confrontati sul futuro delle nostre città e dei territori in cui viviamo.

Il convegno ha offerto anche l’occasione per l’inaugurazione della mostra “I luoghi della rigenerazione urbana – Trasformazioni urbane innovative” che, partendo dalla mappa dei luoghi della rigenerazione con l’indicazione di tutti i progetti e iniziative pervenuti – per un totale di 164 interventi in 111 comuni italiani – focalizza l’attenzione su quaranta progetti già realizzati.

Tra questi, anche il progetto di ristrutturazione del negozio-ufficio vendite della Nautica dell’Istituto Idrografico della Marina Militare, a Genova, della collega arch. Angela Rosa.

L’Istituto Idrografico è l’ente governativo che dal 1872 realizza carte nautiche per la navigazione e la sicurezza in mare, il cui lavoro è conosciuto sia livello nazionale che internazionale. Il negozio della Nautica è localizzato nel centro di Genova, all’interno della Stazione Marittima di Ponte dei Mille, imponente edificio anni ’30 soggetto a vincolo monumentale e paesaggistico, dagli ampi spazi sottoutilizzati; esso confina con il monumentale silos granario Hennebique, oggi in disuso, realizzato a fine ‘800.

Il negozio della Nautica ristrutturato dall’architetto Angela Rosa

La nuova Nautica comunica alti valori culturali, storici, didattici, scientifici ed artistici, rivolti in particolare alle nuove generazioni; l’intento è di far conoscere antiche mappe storiche, carte nautiche di produzione attuale, importanti pubblicazioni scientifiche dell’Istituto (es. Portolani), ed altre attività di ricerca internazionali (es. in Antartide). La sfida progettuale è stata quella di valorizzare la vista prospettica sull’Hennebique ed il porto e rimodulare lo spazio esistente, poco più 100 mq, per inserire in modo organico e razionale più funzioni.

Sono presenti il negozio – spazio museale installazione, costituito da antichi strumenti nautici (es. un teodolite astronomico), carte storiche e lastre di rame – matrici incise, dette “rami”, di fine ‘800, pannelli led con foto (© Marina Militare) delle navi scuola Amerigo Vespucci e Palinuro, un controsoffitto luminoso – carta ingrandita del cielo stellato di produzione dell’Istituto; la Sala delle Carte con cassettiere , tavoli da carteggio; l’ufficio con cinque postazioni ; l’archivio e la zona servizi. È stata realizzata una vetrina interna (il portone è vincolato) per consentire la visibilità del negozio e mantenere i requisiti di comfort abitativo per gli utenti; l’ufficio all’occorrenza può essere separato dagli altri ambienti tramite una grande tenda prototipo serigrafata a pannelli scorrevoli che rappresenta la carta 294 delle Isole Tremiti e Pianosa 3 a edizione (© I.I.M.).

Eventi, In homepage, OA Informa

Il 24 ottobre inaugurazione del progetto pilota “Rain Garden Campomorone”

Si terrà giovedì 24 ottobre alle ore 16, presso l’Auditorium della scuola A. Noli di Campomorone, l’inaugurazione del Rain Garden, progetto pilota innovativo contro il rischio alluvioni che ha visto la realizzazione di un giardino sostenibile il quale, mediante l’utilizzo di infrastrutture verdi e blu, agisce nella mitigazione del rischio alluvionale.

L’evento è promosso da Città Metropolitana di Genova in collaborazione con Fondazione CIMA, Comune di Campomorone, Università degli Studi di Genova – Dipartimento di Architettura e Design ed Istituto Comprensivo Campomorone – Ceranesi nell’ambito del progetto PO IT – FR Marittimo Proterina-3Evolution, e vi aderiscono anche i Comuni di Ceranesi, Mignanego, Serra Riccò e Sant’Olcese.

Il progetto europeo Proterina3-Evolution ha finanziato la realizzazione e la sperimentazione di questa infrastruttura, una soluzione ecosostenibile ancora poco diffusa in Italia, che riesce ad unire alla capacità di mitigazione la sostenibilità economica, la valenza estetica e la capacità di depurazione delle acque piovane.

L’inaugurazione del Rain Garden in via Martiri della Libertà 103 R, vedrà alle 16 il saluto delle autorità presenti e successivamente la presentazione del progetto con la visita al giardino.

Altri, Formazione, In homepage, sostenibilità

Istituto Clima Liguria – Recupero energetico di edifici storici con intonaci termici e finiture minerali (2 CFP)

Nell’ambito del ciclo di incontri a cura di Istituto Clima Liguria dedicati all’edilizia sostenibile, mercoledì 20 novembre dalle 16,15 alle 18,30, presso il ServiceFabre-Caparol in via Renata Bianchi 19 a Genova Campi, è in programma il corso “Recupero energetico di edifici storici con intonaci termici e finiture minerali”.

L’incontro riconosce 2 CFP per architetti. Per iscriversi è necessario compilare il modulo online

architettura, paesaggio-design-tecnologia, Eventi, Formazione, In evidenza, In homepage, OA Informa

Il 30 ottobre a Palazzo Tursi il convegno “La riqualificazione dello spazio pubblico”

Mercoledì 30 ottobre, al Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, Comune di Genova, Ordine degli Architetti di Genova e Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Genova organizzano – in collaborazione con Collegio provinciale dei Geometri, Associazione Geometri Genova e Antel – il convegno “La riqualificazione dello spazio pubblico” che affronterà il tema della trasformazione dei tessuti urbani e della città, il valore del territorio e del paesaggio in cui abitiamo.

La giornata si articola in due sessioni valide per l’aggiornamento professionale degli iscritti all’Ordine, per ciascuna delle quali è richiesta iscrizione a parte.

La sessione mattutina dalle 9 alle 13, dal titolo “La manutenzione dello spazio pubblico”  (a questo link le modalità di iscrizione), verrà preceduta dai saluti di benvenuto del sindaco di Genova Marco Bucci, del vicepresidente della Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Genova Ibleto Fieschi, del presidente dell’Associazione Geometri di Genova Stefano Juvara e di Massimo Stenico, presidente dell’Ente di sviluppo Porfido del Trentino.

A introdurre i lavori Marcello Balzani, responsabile scientifico di TekneHub, Tecnopolo dell’Università di Ferrara, Piattaforma Costruzioni Rete Alta Tecnologia Emilia Romagna. Seguiranno gli interventi di Federico Ferrari, Università di Ferrara, Dipartimento di Architettura-Consorzio Ferrara Richerche WebGisLab; e Luca Filippi, direttore Espo-Ente Sviluppo Porfido Trentino; e infine una lezione tecnico-applicativa di un artigiano posatore consistente nella dimostrazione di posa in opera, delle tipologie e dell’impiego del porfido nelle pavimentazioni.

Dopo un aperitivo di degustazione di vini tipici trentini e una breve pausa, la giornata riprenderà con la sessione pomeridiana dalle 14,30 alle 18,30, dal titolo “Lo spazio pubblico nelle città: il progetto della scena urbana tra la costa e l’entroterra” (a questo link le modalità di iscrizione), introdotta dai saluti del presidente dell’Ordine degli Architetti Paolo Raffetto; dal presidente del Collegio provinciale dei Geometri Paolo Ghigliotti; e da Mauro Casotto, direttore della Comunicazione di Trentino Sviluppo.

Il convegno proseguirà poi con gli interventi di Marcello Balzani, responsabile scientifico di TekneHub, Tecnopolo dell’Università di Ferrara; Federica Alcozer, funzionaria dell’Autorità Portuale di Genova; Mirco Grassi, direttore attuazione nuove opere del Comune di Genova; Raffaella Morbiducci, docente di Architettura tecnica dell’Università di Genova; e Simonetta Cenci, assessore all’Urbanistica del Comune di Genova, che illustrerà il progetto di rigenerazione urbana del quartiere fieristico.

In allegato il programma completo