Cambiamento del lavoro in architettura e ingegneria. Il punto di vista femminile in periodo Covid a cura di AIDIA Ge

IIl 7 giugno si è tenuto il primo incontro sul “Cambiamento del lavoro in architettura ed ingegneria – il punto di vista femminile in periodo Covid” organizzato e moderato Valeria Alloisio, presidente AIDIA Genova e consigliera dell’Ordine degli Architetti di Genova a cui ha partecipato attivamente anche la segretaria Francesca Salvarani.

Insieme alla Presidente nazionale AIDIA, arch. Maria Acrivoulis, e la giovane professionista genovese, arch. Daria Podestà, si è discusso sulla libera professione nella giungla delle consulenze online che ha inevitabilmente portato alla luce la difficoltà, soprattutto per le giovani professioniste, a stabilire il giusto compenso delle proprie prestazioni intellettuali, professionali e tecniche. Sono emerse le difficoltà a relazionarsi a distanza nello svolgimento di un lavoro che prevede una forte crescita nell’attività diretta sul campo, così come è limitante la partecipazione ai corsi di formazione online che diventano vincolanti in assenza del diretto confronto con i docenti

L’evento era finalizzato a far emergere anche i lati positivi e gli insegnamenti da conservare dopo questo lungo anno di pandemia, tra questi: l’importanza della condivisione mediante mezzi digitali divenuti più semplici e rapidi che permettono il risparmio di tempo; la valorizzazione del lavoro professionale e correttamente remunerato a fronte di impegno materiale, fisico e intellettuale – che non deve essere sottovalutato.

Ulteriore fattore positivo emerso durante il dibattito, è la fortuna di lavorare interfacciandosi con un Comune, come per esempio quello di Genova, in cui i tecnici comunali sono responsabilizzati e attivi alla collaborazione con i colleghi incaricati dai committenti privati. In altri comuni i professionisti non hanno la possibilità di discutere le pratiche prima di presentarle, né gli stessi tecnici comunali intercedono con gli altri uffici che devono emettere pareri o autorizzazioni. A conferma di questo spirito di collaborazione, all’incontro è intervenuta l’arch. Emilia Ameri, dell’assessorato del Comune di Genova.

La nostra professionalità è da custodire e coltivare per valorizzare un ruolo fondamentale nella realizzazione di architetture migliori a servizio della comunità.

Valeria Alloisio
Consigliere dell’Ordine Architetti PPC di Genova

L’incontro sarà presto disponibile in modalità e-learning su Formagenova.it.

Il prossimo appuntamento, sempre online e valido 2CFP, si svolgerà il 15 giugno dalle 17 alle 19, coinvolgendo professioniste impegnate nella docenza universitaria (architetti da Genova e Torino). Per iscrizioni gratuitehttps://us02web.zoom.us/meeting/register/tZModeCgqz0rHdd0Lp_esdLnKvWpY3HzIUUz .