Dal 22 novembre all’8 dicembre a Palazzo Ducale la mostra “Palasport Genova: sport, music & exhibition”

Dal 22 novembre all’8 dicembre la Sala Liguria al piano nobile di Palazzo Ducale ospita la mostra “Palasport Genova: sport, music & exhibition”, a cura di Roberta Ruggia Barabino e Massimo Sotteri.

Patrocinata da Regione Liguria, Comitato regionale del Coni, Fondazione e Ordine degli Architetti di Genova, la mostra è a ingresso libero e sarà visitabile da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle 19 e il sabato e la domenica dalle 11 alle 18. Inaugurazione giovedì 21 novembre alle 16,30.

La mostra si propone di ripercorrere la storia dello spazio architettonico del Palasport, a partire dallo studio urbanistico dell’architetto Luigi Carlo Daneri fino al concorso di architettura del 1960, voluto dall’allora presidente della Fiera Giuseppe De André con la collaborazione del Coni e vinto dagli ingegneri Franco Sironi, Leo Finzi, Remo Pagani e dall’architetto Lorenzo Martinoia. Dall’ inaugurazione del 1965, attraverso immagini, disegni, testi e documenti d’epoca si ricorderanno le molte manifestazioni a carattere sportivo, musicale ed espositivo che si sono succedute negli anni fino al 2010 in questo grande contenitore polifunzionale.

Grandi eventi, dai concerti dei Beatles e dei Rolling Stones a quello di Fabrizio De André, dai Campionati europei Indoor di Atletica Leggera al Superbowl di Motociclismo, passando per la pista di ghiaccio e i grandi tornei calcistici estivi, senza naturalmente dimenticare il Salone Nautico, Euroflora e le tante manifestazioni che hanno coinvolto il pubblico genovese ed internazionale.

Roberta Ruggia Barabino (Genova, 1964) e Massimo Enzo Maria Sotteri (Genova, 1955) laureati a Genova presso la Facoltà di Architettura, svolgono attività da liberi professionisti nel settore per l’edilizia per esterni ed interni e degli allestimenti museali, teatrali e fieristici. Organizzazione eventi, incontri, mostre e conferenze in campo culturale e sportivo con particolare attenzione alla memoria storica e alle valenze territoriali.