Concorsi e lavori pubblici

Photocredits: Daniel Mccullough courtesy of Unsplash

PROGRAMMA

Partendo dal presupposto che la ricerca della qualità debba essere condizione imprescindibile in ogni processo di trasformazione urbana e che la qualità di un progetto nasca dal corretto mix di capacità culturali, tecniche e professionali, lo strumento migliore per garantire il riconoscimento di queste condizioni è certamente il Concorso a due gradi.

Una Commissione dell’Ordine sul tema dei Concorsi, operando in sinergia con le altre Commissioni, in particolare con quella dei Lavori Pubblici e quella di Urbanistica e Paesaggio, deve porsi alcuni obiettivi fondamentali:

  • Promuovere lo strumento del Concorso a due gradi dialogando con le Amministrazioni Pubbliche, oggi ancora troppo restie a scegliere questa procedura per la selezione dei progetti di trasformazione urbana;
  • Individuare e proporre tematiche importanti su cui sviluppare il processo concorsuale;
  • Aiutare le Amministrazioni a programmare correttamente le fasi Concorsuali, permettendo loro di proporre tempistiche credibili onde non snaturare la corretta gradualità della progettazione e consentire il lavoro di selezione delle proposte;
  • Richiedere e proporre nelle Commissioni giudicatrici figure in grado di riconoscere e sostenere il merito, la competenza, la qualità delle proposte;
  • Sostenere e proporre meccanismi che consentano di aumentare la partecipazione dei colleghi giovani, spesso penalizzati dalla minore forza delle loro strutture;
  • Collaborare attivamente, laddove possibile, per alleviare almeno in parte l’onere della fase di costruzione del Concorso, vera e propria “pietra angolare” su cui si fondano sia l’intera impalcatura del processo sia le possibilità del suo successo;
  • Battersi per contenere nella corretta proporzione il peso ancora oggi troppo spesso prevalente del contenimento dei costi come criterio di selezione dei progetti;
  • Promuovere con forza, attraverso tutti i canali disponibili, la conoscenza dei Concorsi disponibili per allargare il più possibile la partecipazione dei colleghi Architetti.

In continuità con la Commissione Lavori pubblici precedente, si vuole approfondire e lavorare principalmente sui seguenti rapporti:

  • LL.PP.-P.A.: una maggiore collaborazione con le stazioni appaltanti al fine di perseguire più semplificazione e una migliore verifica dei bandi e dei concorsi;
  • LL.PP.-Impresa: una rete di professionisti per una rete di imprese per sviluppare ed elaborare progetti di partenariato pubblico-privato;
  • LL.PP.-Finanziamenti regionali, statali ed europei: fondi per una migliore opera pubblica fatta di Architettura quale veicolo di sviluppo e di investimento tramite il riuso, l’efficientamento e la qualità della vita.
REFERENTE CONCORSI

arch. Aldo Daniele

REFERENTE LAVORI PUBBLICI

arch. Paola Negro

COMPONENTI

arch. Francesca Avandino 
arch. Andrea Bonello             
arch. Eleonora Burlando         
arch. Roberto Burlando          
arch. Attilio Casagrande         
arch. Luca Dolmetta 
arch. Elena Garetto  
arch. Flavio Roncallo 
arch. Viviana Traverso           
arch. Giovanni Battista Varese